Stop alle uscite, via alle maratone sul divano: ecco tutte le serie tv su Netflix, che avreste sempre voluto vedere, ma che non avete mai avuto tempo di guardare. Abbiamo selezionato nuovi e vecchi titoli capaci di soddisfare tutti i gusti. Le serie televisive bellissime, le migliori di sempre, le più seguite e popolari, le meno conosciute. Fivaholic ha scelto per voi le migliori 5.

Ecco le migliori 5 serie su Netflix:

1. Breaking Bad

Walter White è un professore di chimica, vive ad Albuquerque con la moglie Skyler e il figlio disabile. Per per far fronte alle difficoltà economiche, Walter lavora anche in un autolavaggio. Alla insoddisfazione per la sua vita si aggiunge un cancro ai polmoni e Walter scopre così di avere solamente due anni di vita. Preoccupato di non lasciare la famiglia nei debiti, dopo un incontro con Jesse Pinkman, suo ex studente ora piccolo spacciatore, Walter decide con le sue conoscenze chimiche di produrre metanfetamina.

2. Sherlock

Sherlock è un riadattamento dei racconti di Sir Arthur Conan Doyle ambientato nella grigia Londra di oggi in un misto di thriller, arguzia e sarcasmo. Protagonista ovviamente il detective Sherlock Holmes, egocentrico consulente di cui Scotland Yard farebbe volentieri a meno se non fosse per il suo genio e la capacità di risolvere casi impossibili, accompagnato dal fido John Watson che riesce a suo modo a gestirlo e a tollerarne le eccentricità, e dal fratello Mycroft con cui ha un rapporto tutto particolare

3. Peaky Blinders

Peaky Blinders è ambientata negli anni ’20 a Birmingham, Inghilterra, poco dopo la fine della prima guerra mondiale. La serie è incentrata sul clan criminale degli Shelby e sul loro ambizioso e astuto capo Tommy Shelby. La banda viene tallonata dall’Ispettore di Belfast Chester Campbell, inviato a Birmingham da Winston Churchill per ripulire la città dai membri dell’IRA, dai comunisti e dai criminali in genere nonché per recuperare un carico di armi rubato che doveva essere spedito in Libia.

4. Arrested Development

Arrested Development (Ti presento i miei) racconta le vicende del giovane manager Michael Bluth e dei suoi tentativi di salvare l’azienda di famiglia dal fallimento, nonché di star dietro ai suoi eccentrici parenti. Michael, infatti, è l’unico in famiglia dotato di buon senso e si ritrova a gestire la Bluth Company, specializzata in case prefabbricate, dopo che il padre George – pessimo manager che tradisce da anni la viziata moglie Lucille – l’ha portata quasi alla bancarotta finendo anche in galera. Lindsay è la bella e superficiale sorella di Michael, sposata con Tobias, medico stralunato con la passione della recitazione; il fratello maggiore “G.O.B.” è un irresponsabile che vorrebbe fare l’illusionista, mentre il minore Buster è un mammone insicuro.

5. Stranger Things

Stranger Things, serie originale Netflix ideata dai fratelli Duffer, omaggio ai cult degli anni ’80. Amata dal pubblico e acclamata dalla critica, la serie vede protagonisti Winona Ryder e David Harbour e la giovane promessa Millie Bobby Brown. Nel 1983 ad Hawkins, in Indiana, sparisce il giovane Will senza lasciare traccia. Mike, Dustin e Lucas cercano l’amico scomparso e si imbattono in una misteriosa ragazzina, Eleven – a causa di un tatuaggio sul braccio. Eleven farà amicia con i ragazzi, soprattutto con Mike, che la nasconde in casa sua. Presto verranno a galla gli assurdi segreti di un misterioso laboratorio i cui esperimenti hanno creato un mondo parallelo, l’Upsidedown e un mostro.